RICETTE SECONDI PIATTI

Frittura mista veneziana

La frittura mista veneziana è una ricetta semplice, dai pochi ingredienti dal sapore autentico, da servire a tavola per sedurre anche i palati più raffinati, in compagnia di un calice di Rosé Cipriani.

SCOPRI DI PIÙ

La frittura mista veneziana è l’emblema della tradizione culinaria della Laguna. È un piatto di origine povera, consumato principalmente tra le calli veneziane, che diventa oggi un’eccellenza culinaria.

Difficoltà
Facile

Preparazione
30 minuti

Cottura
10 minuti

Dosi
4 persone

INGREDIENTI

Per preparare una perfetta frittura mista veneziana per quattro commensali sono necessari:

  • 350 g di calamari

  • 450 g di guance di coda di rospo

  • 600 g di scampi o gamberi

  • 250 g di farina 00

  • Olio per frittura q.b.

  • Sale

RICETTA DEL FRITTO MISTO VENEZIANO

Come preparare un’eccellente frittura mista veneziana? Attenzione, cura e qualità: sono queste le basi per una ricetta dai pochi ingredienti accuratamente selezionati. Un momento chiave è la selezione del pesce, che deve essere fresco e di prima scelta. Ecco i semplici passaggi per un fritto a regola d’arte:

1

Lavare il pesce sotto acqua corrente, pulirlo e tagliare i calamari nei tipici anelli (nei paragrafi seguenti è possibile trovare alcune specifiche di approfondimento su questo passaggio).

2

In una padella possibilmente di ferro o in una friggitrice, scaldare l’olio per frittura fino a 180°C. Questo tipo di olio è il più indicato per la preparazione del fritto di pesce, in quanto il punto di fumo elevato permette al pesce di friggere senza che l’olio bruci.

3

Preparare la farina 00 per la panatura in un contenitore basso. Salare gli anelli di calamari e passarli nella farina, facendola aderire bene. Setacciare con un apposito colino la farina in eccesso. Ripetere la procedura per gli scampi e per le guance di coda di rospo. Il pesce sarà pronto per essere fritto.

4

Tuffare il pesce nell’olio arrivato a temperatura. È necessario, per una buona riuscita, friggere piccole quantità di pesce, in modo da non abbassare la temperatura dell’olio.

5

Occorreranno pochi minuti per raggiungere la doratura ideale per un risultato asciutto e croccante. Colare il pesce con una schiumarola e trasferirlo su carta assorbente.

IL FRITTO MISTO VENEZIANO È PRONTO PER ESSERE SERVITO E GUSTATO IN COMPAGNIA DI UN AMABILE PROSECCO CIPRIANI O DI UN FRESCO ROSÉ CIPRIANI.

PREPARAZIONE DEL FRITTO MISTO VENEZIANO: COME PULIRE IL PESCE

Un momento fondamentale nella preparazione della ricetta è la pulizia del pesce, che deve innanzitutto essere sciacquato bene sotto l’acqua corrente.
Per i calamari partire dalla rimozione dei tentacoli per poi togliere la parte di cartilagine interna e la pelle esterna. Rilavarli velocemente sotto l’acqua e passare al taglio ad anelli.
Gli scampi, invece, devono essere privati della testa, praticando una leggera torsione. Con l’aiuto di un paio di forbici, incidere la cartilagine del ventre su entrambi i lati ed estrarre delicatamente la polpa.
Infine, per quanto riguarda le guance di coda di rospo: è possibile acquistarle già pulite dal pescivendolo e una volta passate sotto l’acqua saranno pronte per essere fritte.

Come racconta Arrigo Cipriani, l’acquisto del pesce per l’Harry’s Bar avviene di prima mattina, quando la persona di fiducia di Cipriani si reca al mercato per la scelta del pesce:

“Il pesce piccolo deve essere freschissimo; quello azzurro di giornata. Il pesce di una certa mole, invece, ha bisogno di un paio di giorni di frollatura”

“Harry’s Bar Venezia, Le ricette della tradizione”, Arrigo Cipriani

Articoli correlati

Prosecco

Prosecco DOC Brut

Dalla terra natia del Prosecco, un vino dal profumo intenso e dal sapore vellutato, perfetto esempio di eccellenza.

Vini Rosé

Rosé Brut

Un vino frizzante, dal profumo intenso e dal sapore vellutato, perfetto esempio vinificazione in rosa delle uve nere del Pinot.

Il lusso è assenza
di imposizioni
CIPRIANI DRINKS È LIETO DI ACCOGLIERE CHIUNQUE ABBIA COMPIUTO LA MAGGIORE ETÀ