RICETTE CON AMARI E DISTILLATI

Stinger

Lo Stinger è essenzialità vestita di eleganza e di un tocco di clandestinità.

SCOPRI DI PIÙ

Lo Stinger è sicuramente uno dei cocktail più essenziali del panorama tradizionale della Mixology. Il gusto deciso e intenso del Cognac e del Bas Armagnac si fondono con le rinfrescanti note della Crème de Menthe. Questi due soli ingredienti racchiudono un mondo di sapori.

Difficoltà
Molto facile

Preparazione
3 minuti

Dosi
1 drink

INGREDIENTI

Ecco le dosi per preparare uno Stinger perfetto:

  • 2 cl di Cognac

  • 2 cl di Bas Armagnac

  • 0,5 cl di Crème de Menthe bianca

RICETTA E CONSIGLI PER LA PREPARAZIONE DELLO STINGER

La procedura per la ricetta dello Stinger richiede pochi semplici passaggi:

1

Innanzitutto raffreddare con il ghiaccio una coppetta.

2

Successivamente, in un mixing glass colmo di ghiaccio, inserire Cognac, Bas Armagnac e Crème de Menthe.

3

A questo punto si consiglia di mescolare dolcemente, per 30-60 secondi, per permettere alla Crème de Menthe di sciogliersi.

4

Con l’aiuto di uno strainer, filtrare nella coppetta. Il cocktail è pronto.

É CONSIGLIATO GUSTARE IL COCKTAIL DOPO CENA O PER UN RINFRESCANTE APERITIVO ESTIVO.

STINGER: TRE INGREDIENTI PER UN RISULTATO SORPRENDENTE

Come visto pocanzi la ricetta dello Stinger prevede l’esclusivo utilizzo di pochissimi ingredienti: il Cognac, il Bas Armagnac e la Crème de Menthe. Ma cosa rende questo abbinamento di sapori così incredibilmente raffinato?

In primo luogo il fatto che la ricetta preveda l’uso del Cognac, non un semplice brandy, ma esattamente il pregiato distillato francese, e del Bas Armagnac, un altro distillato francese, nobile e ancora più antico.

Come mai il Cognac è insostituibile? Per il suo sapore corposo, dovuto a metodi di produzione e perfezionamento. I terreni gessosi e ricchi di minerali dell’omonima regione del Cognac rendono questa terra perfetta per la produzione di un brandy prezioso, elegante e intenso, così unico che è tutelato da disciplinare e denominazione d’origine (AOC, appellation d’origine controllee). Importante è anche l’affinamento, che avviene in botti di legno dei boschi del Limousine, donando così la giusta temperatura e un grado di umidità perfetto per aiutare il cognac a respirare.

Il Bas Armagnac, la più antica eccellenza francese tutelata anch’essa da una denominazione d’origine, ha il ruolo fondamentale di bilanciare con la sua robustezza l’eleganza del Cognac.
Anche il tocco della menta è fondamentale: ne basta pochissima, giusto a conferire il caratteristico profumo e a completare il sapore dello Stinger. La Crème de Menthe è un liquore di origine francese, la cui preparazione consisteva tradizionalmente nella macerazione di foglie secche di menta piperita all’interno dell’etanolo. Oggi in commercio è presente una variante “bianca”, indicata per la realizzazione di uno Stinger a regola d’arte, che scaldi e rinfreschi al tempo stesso, sprigionando un mondo di contrasti coesistenti.

CURIOSITÀ

Stinger: le sue origini clandestine

Le incerte origini di questo cocktail old style lo vedono venire alla luce all’inizio del ‘900, e tornare in auge durante il Proibizionismo: l’acuto profumo della crema di menta riusciva a mascherare la presenza forte e dal sapore talvolta scadente della bevanda spiritosa di base, distillata e servita di contrabbando. Divenne quindi un drink gradito soprattutto nelle navi da crociera e fonte di piccanti e animate conversazioni all’interno degli american bar di bordo. Stinger, letteralmente “pungiglione”, rimane ancora oggi un classico degli after dinner, con il suo tocco pungente e rinfrescante allo stesso tempo.

Articoli correlati

Prosecco

Prosecco DOC Brut

Dalla terra natia del Prosecco, un vino dal profumo intenso e dal sapore vellutato, perfetto esempio di eccellenza.

Il lusso è assenza
di imposizioni
CIPRIANI DRINKS È LIETO DI ACCOGLIERE CHIUNQUE ABBIA COMPIUTO LA MAGGIORE ETÀ